Categorie approfondimento: Estero
2 Febbraio 2002

Società italiana per le imprese all’estero (SIMEST)

Di cosa si tratta

In base alla sua legge istitutiva (L. 100/90) ed alle linee guida, dettatele dal suo azionista di maggioranza (Ministero delle Attività Produttive), il compito precipuo di SIMEST è quello di assistere le PMI italiane nel loro processo di internazionalizzazione.
SIMEST può operare in favore delle Joint Ventures (di seguito JV), in fase di creazione e/o di successivo sviluppo, sottoscrivendo quote di capitale sociale della JV, entro il tetto massimo del 25% e con una permanenza massima di otto anni nella compagine sociale.
La presenza di SIMEST nella joint venture permette inoltre alla società italiana di accedere ad un rifinanziamento agevolato della sua quota di partecipazione nel capitale sociale della JV.
Inoltre SIMEST può mettere a disposizione delle aziende italiane interessate i seguenti strumenti finanziari previsti da normative speciali: finanziamenti agevolati per studi di prefattibilità e fattibilità, programmi di assistenza tecnica (D. Lgs. 143/98, art. 22, comma 5), per la partecipazione a gare internazionali (L.304/90), per i programmi di penetrazione commerciale (L.394/81), agevolazione dei crediti all’esportazione (D. Lgs. 143/98, Capo II).

In sintesi

Nei processi di internazionalizzazione il ricorso a SIMEST porta a notevole credibilità in quanto è lo stesso nostro Paese che accredita l’iniziativa imprenditoriale privata.

(Visited 4 times, 3 visits today)