Categorie approfondimento: Societario
17 Maggio 2010

Gruppo societario, controllo indiretto e direzione e coordinamento comuni. Dichiarazioni camerali

Di cosa si tratta

Un quesito che ci è stato sottoposto riguardava la dichiarazione, che deve essere fatta attraverso la modulistica informatica della Camera di Commercio, da parte di quelle società che, soggette alla comune direzione e coordinamento da parte di altra società, sono controllate da una terza società, a sua volta controllata da una società sovrastante (in esecuzione di quanto illustrato nell’articolo “Diritto societario: la direzione e il controllo comune di società”).
Indubbiamente è un quesito di specie e non ricorrente con frequenza, in quanto ci si troverebbe in una situazione di organizzazione societaria prevalentemente orizzontate (partecipazione diretta di una capogruppo, che si articoli in altre sub-società controllate o meno da una controllata della capo gruppo), la quale abbia anche articolazioni sottostanti.
Riteniamo che in linea principale vada dichiarata la società demandata alla direzione e coordinamento, ma anche vada indicata la società che ha il controllo di diritto per la partecipazione nel capitale.
Vediamo il tema da vicino. Necessariamente va effettuata la denuncia con l’apposito modello della Camera di Commercio; la predisposizione della richiesta e la denuncia deve essere iscritta, a cura della societa` controllata, nell’apposita sezione del Registro delle Imprese.
Qualora nel tempo intervenissero variazioni, allo stesso modo dovranno essere iscritte eventuali cessazioni o modifiche del controllo. Nel caso in cui vi sia una modifica del soggetto controllante, la data di cessazione e la data del nuovo controllo non potranno essere coincidenti.
Per l’iscrizione/cancellazione della societa` o dell’ente alla cui attivita` di direzione e coordinamento si e` soggetti, la norma di riferimento è art. 2497 bis c.c. e l’adempimento consiste nell’iscrizione: non è previsto un termine
per provvedervi, né sono previste sanzioni per il ritardo.
Le istruzioni di compilazione dettate dalla Camera di Commercio di Milano sono le seguenti:
GRUPPI SOCIETARI – SOCIETA’ SOGGETTE ALL’ALTRUI ATTIVITA’ DI DIREZIONE E COORDINAMENTO
Il riquadro viene utilizzato per l’esecuzione della pubblicità prevista dall’art. 2497 bis c.c., relativa all’iscrizione nell’apposita sezione del registro delle imprese delle società soggette all’altrui direzione e coordinamento e delle società e degli enti che esercitano tale attività.
Nella sezione sono indicati i soggetti che esercitano attività di direzione e coordinamento e le società che vi sono soggette.
L’esecuzione di tale adempimento pubblicitario non è soggetta ad alcun termine né ad alcuna sanzione amministrativa, ferma restando la responsabilità di carattere risarcitorio prevista dal terzo comma del precitato articolo.
In particolare viene richiesta la compilazione dei seguenti campi: – Dati relativi alla società soggetta all’attività di direzione e coordinamento.
* “Data dichiarazione”: va indicata la data della dichiarazione compiuta dall’amministratore in merito alla sussistenza della soggezione all’altrui attività di direzione e coordinamento;
* “Tipo elenco”: va indicata scegliendo dall’apposita tabella la situazione correlata alla domanda di iscrizione (es. “Inizio controllo” o “Cessazione totale controllo”).
* “Richiesta di iscrizione”/”Richiesta di cancellazione dalla sezione”: va barrata la casella di riferimento solo nell’ipotesi di inserimento o di uscita dalla “sezione”;
* “Descrizione note”: in questo campo vanno indicati eventuali ulteriori elementi di riferimento necessari ai fini della pubblicità prevista dalla legge che non trovano specifico riscontro in altri campi.
– Dati relativi alla società o ente che esercita l’attività di direzione e coordinamento.
Possono essere compilate più occorrenze nel caso di soggezione plurima all’altrui attività di direzione e coordinamento (ad esempio nel caso di controllo c.d. interno ai sensi dell’art. 2359 numeri 1 e 2; in tal caso la società controllata C potrà dichiarare di essere soggetta all’altrui attività di direzione e coordinamento sia nei confronti della controllante diretta B che della controllante indiretta A o entrambe).
Vanno compilati i seguenti campi:
* “Denominazione”: va indicata la denominazione della società o Ente esercitante l’attività di direzione e coordinamento;
* “Codice fiscale”: va indicato il codice fiscale;
* “Data costituzione”: va indicata obbligatoriamente la data di costituzione della società o dell’ente che esercita attività di direzione e coordinamento;
* “Stato controllo”: per ogni soggetto dichiarato va indicato se trattasi di prima dichiarazione di quel soggetto nel presente deposito di dichiarazione (“inizio controllo”), modifica di tipologia di controllo per un soggetto già dichiarato nella precedente dichiarazione depositata (“modifica controllo”), riconferma dei dati dichiarati per lo stesso soggetto nella precedente dichiarazione depositata (“riconferma controllo”), termine del controllo esercitato dal soggetto, dichiarato come controllante nella precedente dichiarazione depositata (“cessazione totale controllo”). Ovvero nel caso di deposito di domande successive alla prima (ipotesi di “modifica controllo”) il dichiarante dovrà evidenziare le modificazioni dei soggetti precedentemente dichiarati ed i nuovi soggetti (ad esempio nel caso in cui la società A sia controllata da B e successivamente il controllo passi a C, l’interessato dovrà dichiarare la “modifica del controllo” con l’indicazione delle cessazione di B e l’inizio del controllo di C).
* “Stato Sede”: va obbligatoriamente indicato dall’apposita tabella lo Stato in cui è stabilità la sede della società o dell’ente che esercita l’attività di direzione e coordinamento;
* “Provincia e numero REA sede”: vanno indicati i riferimenti della provincia in cui è stabilita la sede legale (e il relativo numero REA) della società o dell’ente che esercita l’attività di direzione e coordinamento, se iscritto nel Registro Imprese;
* “Data riferimento controllo”: va indicata la data in cui la società soggetta ad altrui attività di direzione e coordinamento viene a conoscenza di tale soggezione.
* “Tipo controllo”: va indicato dall’apposita tabella il tipo di attività di direzione e coordinamento esercitata (ad esempio “Maggioranza voti esercitabili” nel caso di cui all’art. 2359 n. 1 c.c. o “Vincoli contrattuali” sia nel caso di controllo “esterno” ex art. 2359 n. 3) che nel caso di altri vincoli contrattuali – art- 2497 sexies. e 2497 septies).
* “Descrizione controllo”: va eventualmente specificato in forma sintetica la tipologia e le modalità esplicative dell’attività di direzione e coordinamento anche se già indicata nei campi precedenti (ad esempio in questo campo vanno altresì indicati i riferimenti delle eventuali clausole statutarie sulla base delle quali viene esercitata l’attività di direzione e coordinamento art. 2497 sexies e septies).
Per chiarezza ribadiamo che al quadro 20,
a) nel caso di prima denuncia, dovrà essere riportata la seguente dichiarazione:
“La società dichiara di essere sottoposta all’altrui attività di direzione e coordinamento, ai sensi dell’art. 2497-bis del Codice Civile, secondo le risultanze dell’apposita Sezione del Registro delle imprese”.
b) nel caso di successiva variazione, dovrà essere riportata la seguente dichiarazione:
“La società dichiara che è variata la soggezione all’altrui attività di direzione e coordinamento, ai sensi dell’art. 2497-bis del Codice Civile, secondo le risultanze dell’apposita Sezione del Registro delle imprese”.
La distinta dovrà essere sottoscritta da un componente l’organo amministrativo della società soggetta all’attività di direzione e coordinamento, in possesso del dispositivo di firma digitale.

(Visited 20 times, 49 visits today)