Categorie approfondimento: Ricerca e innovazione
10 Marzo 2012

Design: allungata la durata dell’esclusione della tutela dell’autore

Di cosa si tratta

Ci vediamo costretti a tornare su un tema sviluppato di recente in ordine alla durata della protezione del design (vedi nel sito: “ Design: durata della tutela dell’autore”).
Il legislatore con l’ultimo c.d. milleproroghe (D.L. 29 dicembre 2011, n. 216, convertito in Legge 24 febbraio 2012, n. 14) in mezzo ad una quantità di disposizioni, contenute peraltro nell’allegato alla legge di conversione, si è limitato a scrivere: “«Art. 22-bis. Protezione accordata al diritto d’autore. – 1. All’articolo 239, comma 1, del codice della proprietà industriale, di cui al decreto legislativo 10 febbraio 2005, n. 30, come da ultimo sostituito dall’articolo 123 del decreto legislativo 13 agosto 2010, n. 131, le parole: “e a quelli da essi fabbricati nei cinque anni successivi a tale data” sono sostituite dalle seguenti: “e a quelli da essi fabbricati nei tredici anni successivi a tale data”».
Avevamo già chiamato questo problema come “vicenda burrascosa” e il mare si è nuovamente agitato negli animi di chi continua a perdere tutela.
La storia l’avevamo già illustrata; limitiamoci al contenuto minimo dell’attuale proroga.
La Legge 22 aprile 1941 n. 633 (LDA), come modificata dal D.L. 15 febbraio 2007, n. 10, convertito in Legge 6 aprile 2007, n. 46, disponeva: “b) l’articolo 239 è sostituito dal seguente: “ (Limiti alla protezione accordata dal diritto d’autore). “1. La protezione accordata ai disegni e modelli industriali ai sensi dell’articolo 2, primo comma, numero 10, della legge 22 aprile 1941, n. 633, e successive modificazioni, non opera in relazione ai prodotti realizzati in conformità ai disegni o modelli che, anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 95, erano oppure erano divenuti di pubblico dominio”.
Esistendo il cumulo delle due tutele, d’autore e di diritto industriale, nei confronti dei terzi, il legislatore ha considerato le ipotesi di coloro che, scaduta la validità della tutela industriale od in assenza di questa, avevano prodotto o commercializzato beni oggetto di disegni o modelli conformi.
Il Codice all’art. 239 confermava la sospensione, prevista dalla riforma del 2001, per la durata di 10 anni, a decorrere dal 19 aprile 2001 e fino al 2011, dell’efficacia della tutela di diritto d’autore per tali soggetti.
La novella del 2007 ha riscritto l’art. 239, disponendo che la tutela di diritto d’autore per i disegni o modelli non si applica ai prodotti conformi ai disegni o modelli che prima del 19 aprile 2001 erano oppure erano diventati di dominio pubblico, comportando che la tutela di diritto d’autore può essere invocata ed esercitata, a fronte della maggior durata a settanta anni della tutela di diritto d’autore, per i disegni o modelli che non erano stati protetti con la tutela industriale o per i quali questa era ormai scaduta all’epoca dell’entrata in vigore del D.Lgs. n. 95/2001.
Con l’attuale provvedimento la proroga si allunga a tredici anni; la norma allunga, con una specie di condono, da 5 a 13 anni i termini nei confronti di chi produce, senza alcun diritto, copie di oggetti di design.

(Visited 15 times, 3 visits today)