Categorie approfondimento: Tributario e fiscale
31 Gennaio 2015

Cittadini non residenti: AIRE diventa ANPR

Di cosa si tratta

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale dell’8 gennaio 2015, n. 5 il Decreto Presidente del Consiglio dei Ministri 10 novembre 2014, n. 194, che contiene il “Regolamento recante modalità di attuazione e di funzionamento dell’Anagrafe nazionale della popolazione residente (ANPR) e di definizione del piano per il graduale subentro dell’ANPR alle anagrafi della popolazione residente”.
L’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR) subentra gradualmente alle anagrafi ora tenute dai comuni secondo il piano di subentro e le modalità, idonee a garantire l’integrità, l’univocità e la sicurezza dei dati. Nel subentro sono compresi i dati informatizzati relativi alle situazioni anagrafiche pregresse alla data del subentro e alle schede archiviate in formato elettronico. I dati anagrafici inviati dai comuni ai fini del subentro sono sottoposti a controlli formali da parte del Ministero dell’interno per la validazione del codice fiscale previo confronto con l’anagrafe tributaria e la verifica di congruità con i dati contenuti nell’ANPR al momento del subentro. L’ANPR rende disponibile ai comuni, a seguito del subentro, i dati necessari all’allineamento delle banche dati eventualmente conservate dagli stessi.
Nell’ANPR verranno contenuti i dati del cittadino, della famiglia anagrafica e della convivenza, i dati dei cittadini italiani residenti all’estero, registrati dai Comuni, nonché il domicilio digitale.
Dal punto di vista dell’utente non sono da svolgere attività in quanto l’ANPR conserva le variazioni anagrafiche e i dati relativi alle situazioni anagrafiche pregresse e conserva, in una distinta sezione, le schede anagrafiche relative alle persone cancellate.
I servizi di registrazione consentono le operazioni di modificazione dei dati di competenza del comune, in tempo reale. In risposta alla richiesta dell’operatore, in assenza di errore dell’operazione, il sistema invia la conferma di modificazione del dato ad un protocollo riferito all’operazione.
Al comune è, inoltre, resa disponibile la consultazione delle operazioni richieste, del relativo esito, e dei relativi messaggi di conferma e di errore, per intervalli temporali.
ANPR rende disponibili all’Istituto nazionale di statistica i dati concernenti la popolazione, il movimento naturale e i trasferimenti di residenza, necessari alla produzione delle statistiche ufficiali sulla popolazione e sulla dinamica demografica, nel rispetto della normativa nazionale e della legislazione dell’Unione Europea.
Il cittadino registrato nell’ANPR può esercitare il diritto di accesso ai propri dati personali e gli altri diritti di cui all’articolo 7 del D.Lgs. n. 196 del 2003 presso gli uffici anagrafici, anche consolari, ovvero tramite sito web dell’ANPR, in modalità diretta e sicura, e previa identificazione informatica e trasmissione dei dati in modalità protetta.

(Visited 16 times, 17 visits today)